Marsala

Petrosino

Provincia

Regione

Dall'Italia e dal mondo

Paceco aderisce al progetto “Museo diffuso” per la realizzazione di un circuito turistico

Claudia Marchetti

Paceco aderisce al progetto “Museo diffuso” per la realizzazione di un circuito turistico

Condividi su:

martedì 29 Aprile 2014 - 12:48
Paceco aderisce al progetto “Museo diffuso” per la realizzazione di un circuito turistico

Paceco

L’Amministrazione comunale di Paceco ha aderito al programma “Museo diffuso”, promosso dall’associazione “La Flagellazione” che cura e gestisce l’omonimo Gruppo Sacro della Processione dei Misteri di Trapani affidato alla Maestranza “Muratori e Scalpellini”. Con un primo incontro nella Cappella dei Quattro Santi Coronati, sede dell’associazione in Via Nunzio Nasi, a Trapani, sono state gettate le basi per la realizzazione di un ampio circuito turistico che interesserà anche il territorio di Paceco. L’iniziativa è mirata alla riscoperta dei patrimoni locali, con il recupero di origini e tradizioni per finalità didattiche e turistiche, attraverso un percorso che collegherà artigianato, arte, storia, religione e altre peculiarità territoriali, con il coinvolgimento di tutti i comuni del comprensorio trapanese; sarà sostanzialmente ampliato il circuito turistico e religioso già esistente nella città di Trapani, nell’ambito del quale è stata allestita recentemente la mostra “Venerazione della Colonna Sacra della Flagellazione”, con l’esposizione degli oggetti preziosi che adornano il Gruppo Sacro. In vista dell’attuazione del “Museo diffuso”, il sindaco di Paceco, Biagio Martorana, e la presidente del Consiglio comunale, Marilena Cognata, hanno incontrato l’architetto Giovanni D’Aleo, capo-console dei “Muratori e Scalpellini” e primo rappresentante dell’Associazione “La Flagellazione”, ricevendo (foto allegata) una riproduzione in scala della Sacra Colonna della Flagellazione: “un omaggio, quale simbolo di gratitudine – ha affermato D’Aleo – per il patrocinio gratuito del circuito turistico che sarà esteso al territorio di Paceco e ad altri comuni”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta