Marsala

Petrosino

Consigli Utili

Video dal web

Da Marsala a...

Sinacori (Udc) boccia la proposta di completamento del Monumento ai Mille: “Coi soldi della guerra in Libia si poteva puntare sul vitivinicolo”

Claudia Marchetti

Sinacori (Udc) boccia la proposta di completamento del Monumento ai Mille: “Coi soldi della guerra in Libia si poteva puntare sul vitivinicolo”

Condividi su:

mercoledì 05 Agosto 2015 - 16:33
Sinacori (Udc) boccia la proposta di completamento del Monumento ai Mille: “Coi soldi della guerra in Libia si poteva puntare sul vitivinicolo”

Il Consigliere comunale dell’Udc Giovanni Sinacori interviene nel dibattito politico che in questi giorni ha impegnato l’Aula consiliare riguardo al finanziamento di oltre 330mila euro, relativo alla suddivisione dei fondi dell’E.N.A.C. ai comuni della provincia di Trapani e all’aeroporto di Birgi. L’Amministrazione ha deciso di presentare un progetto, che è stato poi regolarmente approvato dal Consorzio e che riguarda il completamento del Monumento ai Mille. “Il sindaco – afferma il coordinatore comunale dell’Udc – ha intenzione di fare diventare un punto di accoglienza turistica dotando la zona di adeguati servizi per cittadini e visitatori. Io avrei puntato su altro”. Il Consigliere, che è stato assessore della Giunta Adamo con delega alle Attività Produttive, ricorda che per puntare allo sviluppo economico del territorio, non si può non tenere conto del vino Marsala che ha raggiunto livelli di eccellenza qualitativi. “Era – continua Sinacori – l’occasione per fare sistema interpellando tutti gli attori di una filiera che ha dimostrato l’eccellenza della propria qualità”. Sinacori afferma anche, in una nota indirizzata al sindaco, che la nostra Città “… deve riappropriarsi di un ruolo internazionale che i nostri nonni, genitori, i partigiani, i garibaldini, gli agricoltori, i commercianti e gli intellettuali ci hanno consegnato e che, con il tempo, la globalizzazione e l’incuria, abbiamo perduto. Speriamo di non dover rimpiangere un’occasione che si è presentata, forse troppo presto e all’improvviso per promuovere lo sviluppo del territorio troppo spesso abusato e maltrattato”.

Condividi su: