Marsala

Petrosino

Provincia

Regione

Dall'Italia e dal mondo

Affidamento delle aree verdi, approvato dal Consiglio comunale il regolamento

Gaspare De Blasi

Affidamento delle aree verdi, approvato dal Consiglio comunale il regolamento

Condividi su:

venerdì 13 Maggio 2016 - 17:07
Affidamento delle aree verdi, approvato dal Consiglio comunale il regolamento

Approvato a Sala delle Lapidi dopo un emendamento della Commissione Affari Generali presieduta dal consigliere Ivan Gerardi, il Regolamento predisposto dall’ormai ex assessore alle Attività Produttive Nino Barraco per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico. Il regolamento, che riguarda aiuole, giardini, fioriere e aiuole mobili, rotatorie e spartitraffico, nonché aree a verde di pertinenza dei plessi scolastici è stato votato all’unanimità. Come al solito le polemiche politiche l’hanno fatta da padrone per buona parte della seduta. Letizia Arcara ha sollevato la questione della “sosta selvaggia” di camper e roulotte di nomadi nella zona del salato. Antonio Vinci ha denunciato i continui furti di computer e altro materiale informatico, nei locali comunali dell’Urbanistica ad Amabilina. “Episodi gravissimi –ha detto- visto che nei pc erano contenuti dati sull’abusivismo e altri documenti importanti”, ed ha sollecitato l’Amministrazione Comunale a provvedere al ripristino negli stessi locali del distaccamento di Polizia Municipale. Una “bacchettata” all’Amministrazione (cosa ormai divenuta consueta per la verità) di Antonio Vinci, riguardo lo stato di totale abbandono in cui versa da mesi Villa Genna, sull’argomento si è registrato anche l’intervento del consigliere Giovanni Sinacori: “E’ uno scempio. C’è da vergognarsi in quanto è un posto incantevole, una struttura che costituirebbe il classico “fiore all’occhiello” per ogni città amministrata con oculatezza”. Poi il coordinatore cittadino dell’Udc, rivolgendosi al sindaco Alberto Di Girolamo e al suo vice Agostino Licari, ha detto “di essere felice per avere votato contro l’aumento della Tari visto che è stato bocciato l’aumento dell’ecotassa e che quindi non era necessario aumentare la tassa dell’otto per cento, come invece è avvenuto”. Il consigliere pentastellato Aldo Rodriquez ha accusato l’Amministrazione della mancata riapertura il Palasport San Carlo. Per Rosanna Genna ha detto che “…c’è stata fretta di inaugurare Palazzo Grignani entro l’11 maggio, visto che non sarebbero state previste le cosiddette vie d’esodo e non sarebbe a posto per l’edificio la certificazione antincendio”. Tornando sul problema “furti” negli uffici comunali di Amabilina e nelle scuole, il consigliere Alfonso Marrone, a difesa dell’Amministrazione, ha precisato che il sindaco non può fare certamente il “poliziotto” e che occorre più vigilanza da parte delle forze dell’ordine; mentre s’è complimentato per la pulizia fatta nella zona del fiume Sossio, anche se ha notato che, per l’inciviltà di qualche cittadino, sono stati nuovamente gettati rifiuti di ogni genere nei luoghi che erano stati ripuliti. Il vicepresidente Arturo Galfano, ha rimarcato come “nel programma del sindaco c’era di non aumentare le tasse” e che il primo cittadino “ha qualche problema con il verde pubblico”. Calogero Ferreri ha auspicato il trasferimento degli uffici decentrati del Comune nei locali che verranno resi liberi dopo il trasloco del Tribunale nei nuovi locali di Via del Fante, Walter Alagna s’è detto arrabbiato per avere assistito ad una seduta quasi inutile del Consiglio, visto che c’erano tanti punti all’ordine del giorno e si sono fatte troppe comunicazioni. Linda Licari ha ricordato come già nel novembre scorso aveva chiesto l’istituzione del registro delle unioni di fatto. Infine il presidente Enzo Sturiano, ha aggiornato i lavori a giovedì prossimo 19 maggio alle 16,30.

Condividi su: