Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

L’Udc di Petrosino si tira fuori dalla coalizione alternativa a Giacalone

redazione

L’Udc di Petrosino si tira fuori dalla coalizione alternativa a Giacalone

Condividi su:

venerdì 17 Marzo 2017 - 13:10
L’Udc di Petrosino si tira fuori dalla coalizione alternativa a Giacalone

L’Udc di Petrosino, con una nota a firma del segretario Angelo Valenti, ha deciso lasciare il tavolo delle trattative a cui stanno partecipando partiti (Pd, Psi) e gruppi civici che puntano a costruire una coalizione alternativa al sindaco Gaspare Giacalone.

“Il susseguirsi di riunione con i vari rappresentanti politici schierati con la coalizione che vede come probabile candidato sfidante Vincenzo D’Alberti – si legge nella nota diffusa dal gruppo petrosileno dell’Udc – non ha prospettato nessuna garanzia per il futuro di Petrosino. Una fredda somma algebrica di partiti politici privi di entusiasmo, accomunati non da un valido programma bensì da un unico obiettivo : quello di sovvertire l’attuale Amministrazione”. “Ringrazio per la stima mostrata nei confronti del nostro gruppo – dichiara Angelo Valenti, segretario dell’Udc – ma oggettivamente i contrasti e le divergenze che emergono all’interno della coalizione non sono di buono auspicio per una serena programmazione dello sviluppo del territorio. La crescita cultura, sociale ed economica del nostro paese – aggiunge Valenti – sono gli unici e i veri obiettivi che il nostro gruppo si è prefissato di raggiungere”.

Come già emerso in questi giorni, le trattative all’interno della coalizione alternativa al sindaco Giacalone sono dunque destinate a proseguire almeno fino alla prossima settimana e la stessa candidatura dell’ingegnere Vincenzo D’Alberti è condizionata a una serie di condizioni politiche e programmatiche ritenute irrinunciabili dallo stesso professionista petrosileno.

Condividi su: