Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Come prevenire la muffa sui muri e nei mobili

redazione

Come prevenire la muffa sui muri e nei mobili

Condividi su:

domenica 17 Maggio 2020 - 22:26
Come prevenire la muffa sui muri e nei mobili

Capire la muffa per vincerla

 Il pericolo muffa è sempre in agguato, soprattutto nelle case vecchie, e nei climi umidi. A volte si annida sulle pareti, a volte si insinua negli armadi, fra le scarpe e attacca persino i vestiti. Ma perché si forma? Capire il suo funzionamento vuol dire prevenirla o vincerla. 

Le sue cause

La muffa è un fungo che si riproduce in ambienti umidi e poco soleggiati. Il suo ambiente ideale è la cantina, ma può attecchire anche le pareti di casa che si affacciano sull’esterno. Le sue cause? Umidità, insufficiente isolamento termico delle pareti, difetti nella coibentazione. Influiscono anche le cattive abitudini: poca ventilazione degli ambienti domestici, troppa biancheria ad asciugare al chiuso, tanta acqua nei sottovasi delle piante, condensa sui vetri. Quest’ultima in particolare si forma quando c’è tanto caldo all’interno, tanto freddo all’esterno e poco isolamento. 

Come prevenirla

Per prevenire la formazione e la proliferazione della muffa è importante evitare i comportamenti elencati sopra, ma anche usare delle vernici antimuffa. È importante aerare ogni giorno le stanze di casa, comprare un deumidificatore e, se è possibile, usare un’asciugatrice per i panni. Inoltre, non bisognerebbe mettere mai il bucato sui termosifoni: l’umidità dell’aria si impenna. Infine, è bene tenere i mobili leggermente distanti dalle pareti (circa 5 centimetri), soprattutto se si tratta di quelle che separano dall’esterno. Una volta l’anno, svuotare gli armadi, pulirli con acqua e aceto e lasciarli asciugare con grande cura. Se però si vuole vincere la muffa in modo definitivo, si deve pensare a fare dei lavori importanti sulla casa, come per esempio dotarla di cappotto termico. Attenzione però: non tutti i cappotti sono una buona soluzione in quanto se la casa viene isolata eccessivamente, con materiali sintetici e non traspiranti, smette di respirare e il ricambio di aria, così come i benefici del caldo e del sole d’estate, vengono meno. I cappotti termici devono invece essere fatti di materiali traspiranti e naturali.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta