Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Come pulire i tappeti

redazione

Come pulire i tappeti

Condividi su:

giovedì 21 Maggio 2020 - 22:46
Come pulire i tappeti

Vuoi lavare i tappeti ma non sai come fare? Ogni materiale ha le sue regole che vanno rispettate per non far danni e ogni tappeto può essere molto diverso da tutti gli altri in quanto in ogni casa si va da quelli antichi e preziosi ai più economici per il lavello o per la doccia. Ecco tutto quello che c’è da sapere prima di iniziare. La prima regola da seguire è quella di leggere l’etichetta del tappeto. Quasi sempre sono indicate modalità del lavaggio e temperatura adatta. Se le indicazioni permettono il lavaggio a macchina, puoi mettere il tappeto in lavatrice altrimenti dovrai adottare altri metodi. Prima di iniziare qualsiasi lavaggio, in ogni caso, bisogna rimuovere con cura la polvere. 

Il lavaggio in lavatrice: dopo aver aspirato e sbattuto il tappeto puoi infilarlo in lavatrice, tuttavia, se noti qualche macchia, è meglio pretrattarla con degli smacchiatori per bucato o con del sapone di Marsiglia. Ma puoi anche optare per prodotti specifici per tappeti. Infine, nello scegliere il tipo di programma preferisci quello delicato e opta per un detergente neutro. Se il lavaggio in lavatrice va bene, l’asciugatrice non è quasi mai adatta, soprattutto se sul retro del tappeto c’è una superficie gommata. 

Il lavaggio a mano: come negli altri casi, il primo passo per il lavaggio a mano consiste nella rimozione della polvere. Solo dopo aver sbattuto e aspirato il tappeto, puoi immergerlo nella vasca da bagno con acqua fredda o tiepida e sapone delicato. Attendi almeno una decina di minuti e poi cambia l’acqua. Ripeti l’operazione ma questa volta usando una spazzola morbida per strofinarlo e rimuovere le impurità. Lascia quindi a bagno per un po’ e risciacqua con cura fino a che l’acqua non sarà priva di sapone. 

Tappeti preziosi e delicati

Se a sporcarsi è un tappeto molto prezioso come quello persiano, è importante agire delicatamente e senza prodotti chimici. Si può quindi provare con il metodo casalingo oppure portarlo in tintoria. Ecco che cosa ti serve per pulirlo: un panno morbido, una bacinella e dell’aceto bianco. Dopo aver passato l’aspirapolvere, per disinfettarlo e farlo tornare a essere luminoso e morbido, prepara la bacinella con l’acqua, imbevi il panno, strizzalo e comincia a strofinare con delicatezza. Quando avrai finito questa fase, prepara nella bacinella una soluzione di mezza tazza di aceto e acqua fredda. Imbevi nuovamente il panno e passalo su tutto il tappeto. Infine, risciacqua con un panno pulito. 

La manutenzione dei tappeti: consigli

Quando il tappeto è pulito, un po’ di impegno nella sua manutenzione eviterà grossi sforzi per il lavaggio. Per esempio, è bene rimuovere subito le macchie con uno smacchiatore apposito. Inoltre, si può cospargere di bicarbonato o di borotalco e lasciare così tutta la notte per poi aspirare: questo è un buon metodo per eliminare i cattivi odori.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta