Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Tarme del cibo e dei vestiti: come eliminarle con 3 alleati

redazione

Tarme del cibo e dei vestiti: come eliminarle con 3 alleati

Condividi su:

giovedì 25 Giugno 2020 - 21:51
Tarme del cibo e dei vestiti: come eliminarle con 3 alleati

Le tarme del cibo e dei vestiti sporcano e rovinano alimenti, indumenti e accessori. Le larve delle varie specie, infatti, si nutrono dei prodotti alimentari come la farina, i legumi, la frutta secca, i dolci, il riso, la pasta, o dei tessuti come la lana, la seta, la pelle.

Cosa fare per eliminarle? Le soluzioni sono semplici: si tratta di combinare i prodotti giusti con alcune accortezze e operazioni che si fanno periodicamente senza troppa fatica.

TARME DEL CIBO E DEI VESTITI: COME ELIMINARLE CON 3 ALLEATI

1) I rimedi profumati
Tieni gli insetti alla larga da dispense e armadi con degli odori forti che, però, per noi sono gradevoli.

In questo senso, per le tarme dei tessuti, sono pratici gli appositi antitarme profumati, in pastiglie o gabbiette: basta riporli nel guardaroba, nell’armadio e nei cassetti perché svolgano la loro azione efficace contro le tarme per un’intera stagione.

2) Le trappole senza insetticidi
Per le farfalline del cibo, in commercio, ci sono delle strisce adesive che si fissano all’interno e all’esterno dei mobili, nella dispensa, sugli scaffali, sugli sportelli. Sono inodori e non contengono insetticidi, ma dei feromoni, sostanze che attirano sia i maschi sia le femmine delle tarme o tignole alimentari. Gli esemplari restano, dunque, intrappolati e puoi debellarli.

3) Le buone abitudini
Per eliminare le tarme del cibo e dei vestiti, l’ordine e la pulizia non guastano, anzi riducono la probabilità di ritrovarle. Perciò, sigilla i cibi in contenitori e buste chiuse e tieni pulita la dispensa.

La pulizia periodica vale anche per i mobili: all’interno, metti solo i vestiti lavati. Se non si rovinano, tieni gli indumenti un po’ al sole.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta