Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

A Petrosino la rassegna Sicilitudini. Primo evento con Silvano Piparo

redazione

A Petrosino la rassegna Sicilitudini. Primo evento con Silvano Piparo

Condividi su:

domenica 02 Agosto 2020 - 11:39
A Petrosino la rassegna Sicilitudini. Primo evento con Silvano Piparo

Si terrà domenica prossima (2 agosto) il primo dei tre appuntamenti con “Sicilitudini”, l’iniziativa artistico-culturale promossa dall’Associazione Otium­_Casadamiani di Marsala nell’ambito delle manifestazioni estive 2020. Alle ore 18.30, al porticciolo nei pressi della Torre Sibiliana, si terrà la performance dal titolo “Le favole del Mare” di e con Salvo Piparo, cuntista, accompagnato da Michele Piccione alle percussioni.

LE FAVOLE DEL MARE di Salvo Piparo. Leggende e storie di mare, un insieme di ricordi raccontati con l’antica tecnica del cunto. Un modo di recitare, il cunto, come facevano gli antichi greci scansionando e spezzando le parole nel momento più emozionante di tutto il racconto, o come era in uso nella sicilia del dopoguerra, quando i vecchi e i bambini si riunivano attorno al cuntista che con un’umile spada di legno raccontava storie antiche, vita vissuta e favole messe in scena dall’attore.

Uno spettacolo che si propone di rivalorizzare le località di mare. Una volta il porto, il litorale, erano le piazze dei sentimenti di un popolo, della sua produttività, del costume e delle usanze di quel centro abitato, che rivolgeva al mare il proprio destino. Il mare come una pagina di poesia, capace di inghiottire il tempo e di raccontare il passato con la forza taurina di un gigantesco animale sfuriato, ora calmo ora in tempesta, il mare rimane la speranza per chi parte e la certezza per chi arriva.

Lo spettacolo vuole raccontare attraverso l’attore Salvo Piparo, tutti i racconti che il mare ha scritto sui volti della gente e dentro la storia, dalle battaglie navali dei Francesi contro gli Spagnoli fino ad arrivare alla leggenda di Colapesce e poi Pietro Fudduni, Vanni il Pescatore, U Nonno Rinaldo. Storie di vecchi cuciti col sale, storie di bambini cresciuti dentro pozzanghere d’acqua salata. Ad accompagnarlo sarà il maestro Michele Piccione, polistrumentista.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta