Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Autori & Territori: al Carmine la “Tetralogia del dissenno” di Rino Marino con le letture di Fabrizio Ferracane

redazione

Autori & Territori: al Carmine la “Tetralogia del dissenno” di Rino Marino con le letture di Fabrizio Ferracane

Condividi su:

lunedì 03 Agosto 2020 - 17:00
Autori & Territori: al Carmine la “Tetralogia del dissenno” di Rino Marino con le letture di Fabrizio Ferracane

Proseguono gli appuntamenti di “Autori & Territori – Incursioni letterarie, colloqui, sconfinamenti”, curata da Francesco Vinci, e promossa dall’agenzia “Communico” di Renato Polizzi, con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Marsala. Il prossimo 7 agosto, sempre al Convento del Carmine, a partire dalle 19 sarà presentato il libro Tetralogia del dissenno di Rino Marino, drammaturgo, attore e regista castelvetranese. Il volume, pubblicato da Editoria & Spettacolo e curato da Vincenza Di Vita, si avvale della prefazione di Luigi Lo Cascio, e raccoglie quattro testi teatrali di Marino, tra cui il monologo “Orapronobis”, andato in scena con grande successo di pubblico e di critica e interpretato da Fabrizio Ferracane lo scorso 25 luglio alle Orestiadi di Gibellina.

Nella lunga prefazione al libro, Luigi Lo Cascio scrive: “La mia impressione è che Rino Marino introduca, al di là di Beckett, con un gesto che è insieme di superamento e di riedizione dell’antico, l’esperienza di conoscenza, di meditazione, di sapienza, del teatro migliore e più alto, a partire dalla tragedia greca per arrivare almeno a Pirandello e Bernhard, passando ovviamente per Shakespeare”. Rino Marino è autore di testi per il teatro rappresentati in molti palcoscenici italiani, oltre che un attore diretto, tra gli altri, da Carlo Cecchi, Paolo Graziosi e Mario Martone. Con Fabrizio Ferracane ha fondato la compagnia Marino-Ferracane e dirige la compagnia teatrale Sukakaifa, composta da pazienti con disagio psichico Regista di due film, Liturgia dei miserabili e Il viaggio di Malombra, ha scritto diretto e interpretato numerose pièce sul tema della follia.

All’incontro di venerdì interverrà Vincenza Di Vita, curatrice del libro, critico teatrale e docente di Discipline dello spettacolo dell’Università di Torino. A curare le letture sarà lo stesso Fabrizio Ferracane, vincitore del Nastro d’argento come miglior attore non protagonista per la sua partecipazione nel 2019 al film Il traditore di Marco Bellocchio.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta