Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Come togliere l’Attak dalle dita senza rovinare la pelle

redazione

Come togliere l’Attak dalle dita senza rovinare la pelle

Condividi su:

giovedì 06 Agosto 2020 - 22:13
Come togliere l’Attak dalle dita senza rovinare la pelle

Come togliere l’Attak dalle dita? La super colla Loctite ritorna utile per riparazioni, bricolage, lavoretti creativi. La sua applicazione è comoda per la presenza di un beccuccio o comunque di un applicatore funzionale. Tuttavia ti può capitare che qualche goccia vada a finire sulla pelle e sulle mani e che, quindi, tu voglia rimuovere la colla che spesso viene nominata Attack con la “c”.

Innanzitutto, considera cosa NON FARE: non forzare la rimozione, magari tramite strappi violenti o lo sfregamento delle dita, per evitare di farti male e di strappare la cute.

COME TOGLIERE L’ATTAK DALLE DITA: I RIMEDI
Prepara una ciotola con acqua calda e sapone e vi immergi le dita, in seguito comincia a staccare i residui di colla servendoti di un oggetto dal bordo levigato come un cucchiaio. Nel complesso, procedi gradualmente e con molta delicatezza.

Per togliere l’attak dalla pelle, in commercio trovi anche lo Scollatutto. Il prodotto Loctite si usa anche per rimuovere le macchie della colla dalle superfici e quando sbagli incollaggio.

Per applicarlo, segui le istruzioni. In linea di massima, lo distribuisci sulla zona di pelle incollata e lo lasci in posa per qualche minuto.

Con estrema attenzione, dividi i lembi di pelle di modo che lo Scollatutto possa esercitare la sua azione.

Per finire, lava con acqua e sapone in modo abbondante.

Abbiamo visto i rimedi per togliere l’attak dalle dita, dalle mani e dalla pelle. In ogni caso, PROVAogni ingrediente e prodotto per verificare eventuali reazioni avverse e procedi con molta cautela e delicatezza.

In generale, alla fine puoi pensare anche all’idratazione della pelle e applicare la crema idratante che usi di solito, un olio naturale per la cute, un olio per bambini, un po’ di vaselina.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta