Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

4 errori comuni da evitare in cucina

redazione

4 errori comuni da evitare in cucina

Condividi su:

domenica 06 Settembre 2020 - 23:41
4 errori comuni da evitare in cucina

Cosa non fare quando siamo davanti ai fornelli

In cucina bisogna essere cauti e seguire le indicazioni per preparare e cucinare ogni tipo di alimento al meglio. Purtroppo ci sono degli errori che capita di fare spesso. Ecco gli sbagli più comuni che commettiamo quando siamo davanti ai fornelli. Meglio evitare.

1. Non regolare la fiamma – Durante la cottura dei cibi bisogna saper regolare la fiamma, in quanto ogni cibo ha la sua intensità di fiamma. Se, ad esempio, dobbiamo cucinare verdure la fiamma non deve essere troppo sostenuta. in questo modo ci ritroviamo con un pasto secco e bruciato. Forse perché siamo con i minuti contati, ma la fretta è la nostra peggior nemica.

2. Aggiungere ingredienti in ordine sbagliato – Le ricette hanno dei passaggi precisi che bisogna seguire in maniera maniacale. Se aggiungiamo gli ingredienti fuori tempo, rischiamo di rovinare il piatto o di crearne uno che abbia un sapore diverso dalla ricetta originale.

3. Non saper distinguere tra frullatore e mixer – Il frullatore e il mixer hanno scopi diversi e sono provvisti di lame differenti, che servono a lavorare diversi tipi di cibo. Un frullatore viene utilizzato per mescolare e frullare il cibo, dandogli una consistenza cremosa o vellutata, come un frullato. Il mixer è , invece, perfetto per mescolare cibi semi-solidi. Oltre a mescolare, sbatte i cibi, e li tritura.

4. Aprire il forno durante la cottura – Nessuno vuole bruciare la lasagna o perdere il momento in cui il dolce è pronto, ma sbirciare costantemente nel forno non è una buona idea. L’apertura della porta del forno durante la cottura consente la fuoriuscita di molto calore, riducendo la temperatura interna richiesta per una cottura ottimale. Con il rischio di aver bisogno di più tempo per cucinare il piatto o di non cuocerlo in maniera uniforme.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta