Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Orgoglio Marsalese elenca i problemi del “Paolo Borsellino”, dal Pronto Soccorso alla carenza di organico

redazione

Orgoglio Marsalese elenca i problemi del “Paolo Borsellino”, dal Pronto Soccorso alla carenza di organico

Condividi su:

lunedì 07 Settembre 2020 - 11:22
Orgoglio Marsalese elenca i problemi del “Paolo Borsellino”, dal Pronto Soccorso alla carenza di organico

Il comitato “Orgoglio marsalese” continua a mantenere alta l’attenzione dei cittadini sulle condizioni dell’ospedale “Paolo Borsellino” e sui suoi disservizi. Qui di seguito la lettera a firma di Pino Carnese:

“Partiamo sempre dal servizio più rilevante: Il Pronto Soccorso. E’ a tutti noto che le criticità esistenti hanno determinato, già nel passato, diverse situazioni di alta tensione tra gli operatori e gli utenti spesso esasperati per le attese estenuanti. Ciò a causa della cronica carenza di personale che, in un servizio che richiede invece risposte immediate, ha portato anche ad aggressioni e non solo verbali. Da oltre un mese l’ASP ha licenziato, per ragioni disciplinari, due validissimi medici di pronto soccorso. Non vogliamo nè possiamo entrare nel merito della delicata questione, ci saranno i contesti più idonei e qualificati a definirne le sorti. Quello su cui vogliamo intervenire è, invece, il “rimedio” previsto, che è davvero allucinante. Il Direttore del presidio ospedaliero ha ritenuto opportuno coprire i turni al Pronto Soccorso assegnando, di settimana in settimana, i cardiologi, gli internisti che i chirurghi. Ebbene, tale soluzione è forse idonea a “mettere le carte a posto” ma non certamente a risolvere il problema . E’ bene sapere che la figura del medico di P.S. richiede un’adeguata formazione professionale oltre che gestionale ed amministrativa, che i medici degli altri settori non hanno acquisito. Tale professionalità non si acquisisce con un semplice ordine di servizio con conseguenze gravissime che cercheremo brevemente di far comprendere...

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta