Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Droga a Marsala: arrestati due catanesi con mezzo chilo di cocaina in auto

redazione

Droga a Marsala: arrestati due catanesi con mezzo chilo di cocaina in auto

Condividi su:

lunedì 21 Settembre 2020 - 11:22
Droga a Marsala: arrestati due catanesi con mezzo chilo di cocaina in auto

Nella settimana appena trascorsa, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Marsala, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto i catanesi Benito Blancato di 59 anni e Valeria Cuffari 37enne, entrambi con precedenti di polizia, trovati in possesso di oltre 500 grammi di cocaina pura e 1,5 grammi di marijuana.

Quella che sembrava una normale famiglia in vacanza, si è rivelata essere una coppia di corrieri della droga. Durante il controllo, i militari hanno dapprima rinvenuto un involucro contenente la marijuana. Quindi è scattata un’approfondita perquisizione sul veicolo che ha permesso di scovare il carico di droga, accuratamente occultato in un’intercapedine dello sportello, difficilmente individuabile con un semplice controllo di polizia.

I due sono stati accompagnati presso la Caserma “Silvio Mirarchi” dove sono stati dichiarati in stato di arresto. Su disposizione del Pubblico Ministero di turno, gli arrestati sono stati tradotti presso le Case Circondariali “P.Cerulli” di Trapani e “Pagliarelli” di Palermo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente. All’esito dell’udienza di convalida, tenutasi nella giornata di Venerdì 18 settembre, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Marsala, ha convalidato gli arresti e applicato per l’uomo la custodia cautelare in carcere, mentre per la donna la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il valore della sostanza illegale sequestrata è di circa 50.000 euro. E’ incessante l’opera di contrasto dei Carabinieri per l’individuazione dei canali di approvvigionamento e dei pusher incaricati della distribuzione al dettaglio dello stupefacente nel centro Lilybetano.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta