Cronaca

Politica

Iniziative

Salute

Arriva Vanessa Titone a Sala Delle Lapidi: Grillo potrà contare su 21 consiglieri

redazione

Arriva Vanessa Titone a Sala Delle Lapidi: Grillo potrà contare su 21 consiglieri

Condividi su:

giovedì 15 Ottobre 2020 - 11:13
Arriva Vanessa Titone a Sala Delle Lapidi: Grillo potrà contare su 21 consiglieri

Assume sempre più dimensioni extralarge la maggioranza consiliare che sosterrà il sindaco Massimo Grillo al consiglio comunale di Marsala. Come si sussurrava da giorni, è stata infatti confermata la notizia che, contrariamente a quanto si diceva inizialmente, la coalizione del neo primo cittadino potrà contare non su 20, ma addirittura su 21 consiglieri su 24. Con questa ripartizione, entrerà dunque a Sala delle Lapidi la terza candidata più votata della lista di Progettiamo Marsala, Vanessa Titone. Per lei si tratta di un ritorno, in quanto era già stata eletta in Consiglio comunale nella lista Liberi nel 2012, mancando la conferma nel 2015.

Soddisfatto il vicesindaco Paolo Ruggieri, dirigente regionale di Diventerà Bellissima e fondatore del citato movimento civico: “Appresa la notizia che la Commissione elettorale centrale ha assegnato il ventunesimo seggio alla coalizione del sindaco Grillo e dunque a ProgettiAmo Marsala, esprimo viva soddisfazione per l’elezione del consigliere Vanessa Titone, che insieme a Gabriele Di Pietra e Piergiorgio Giacalone andrà a formare un gruppo consiliare che sono certo si distinguerà per la proficua azione amministrativa che saprà produrre. Risultato eccezionale per la comunità umana e politica di ProgettiAmo Marsala, a cui hanno concorso tutti i candidati ed ovviamente gli elettori che ci hanno dato fiducia”. L’ingresso di Vanessa Titone in Consiglio comunale ha come immediato effetto l’esclusione di Luana Alagna, seconda candidata più votata nella lista Marsala Europea, che in un primo momento sembrava potesse avere diritto a due seggi, così come Cento Passi per la Sicilia, che potrà contare oltre che su Nicola Fici anche su Mario Rodriquez solo dopo l’ufficializzazione della rinuncia di Alberto Di Girolamo.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta