Marsala

Petrosino

Consigli Utili

Video dal web

Da Marsala a...

455 positivi nel trapanese: 65 a Marsala

redazione

455 positivi nel trapanese: 65 a Marsala

Condividi su:

martedì 20 Ottobre 2020 - 11:23
455 positivi nel trapanese: 65 a Marsala

Salgono a 454 i positivi in provincia di Trapani dopo l’ultimo fine settimana. Si registra, dunque, un ulteriore incremento rispetto a venerdì, quando i casi di Coronavirus in provincia erano complessivamente 419, al netto di decessi e guarigioni. Rispetto a domenica, invece, i positivi in più sono 3. E’ ancora Trapani la città con il maggior numero di casi (82), davanti ad Alcamo (77) e Marsala (65). A seguire Castelvetrano (60), dove si è registrata la maggiore escalation in seguito al focolaio di Keidea, i cui locali sono stati chiusi al pubblico dopo l’ordinanza del sindaco Enzo Alfano. Poi Salemi (32), Mazara del Vallo (30), Erice (28), Valderice (19), Castellammare del Golfo (8), Salaparuta e Custonaci (7), Favignana (5), Partanna e Campobello di Mazara (4), Pantelleria (3), San Vito Lo Capo e Paceco (2), Gibellina (1). Sono invece 27 i ricoverati, di cui 2 in terapia intensiva. Con la scomparsa del vicepresidente dell’istituto “Nosengo” di Petrosino, sale a 22 il numero di decessi in provincia dall’inizio dell’emergenza epidemiologica. Nel corso del fine settimana si sono effettuati 328 tamponi, 1000 test per ricerca antigene e 3 test sierologici su personale sanitario.

Sul fronte regionale sono 30 i pazienti ricoverati oggi per Coronavirus a fronte dei complessivi 362 soggetti positivi rilevati così come riportato dal bollettino quotidiano del Ministero della Salute. Il dato dei ricoveri comprende anche le terapie intensive che, nello specifico, vedono un incremento di 2 pazienti in più. Incoraggiante il dato dei guariti pari a 130 persone. Tre i decessi. I tamponi processati sono stati 3252.

Questo il report dei contagi nelle province: 0 Agrigento, 27 Caltanissetta, 85 Catania, 24 Enna, 7 Messina, 170 Palermo, 22 Ragusa, 24 Siracusa, 3 Trapani.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta