Marsala

Petrosino

Consigli Utili

Video dal web

Da Marsala a...

La magia di Morricone anche nei videogiochi: Red Dead Redemption II | Recensione

redazione

La magia di Morricone anche nei videogiochi: Red Dead Redemption II | Recensione

Condividi su:

mercoledì 11 Novembre 2020 - 10:30
La magia di Morricone anche nei videogiochi: Red Dead Redemption II | Recensione

Red Dead Redemption II è stato come un fulmine a ciel sereno.

L’ambientazione mozzafiato (compagna d’armi del primo capitolo old gen) e le meccaniche di gioco, fanno semplicemente da capofila davanti agli innumerevoli pregi di questo titolo.

Partendo dalla storia, la vicenda prende avvio nel 1899 e si definisce sin da subito come prequel in cui viene esplorato il passato della banda di Dutch Van Der Linde e dei suoi scagnozzi, tra cui, il protagonista del primo capitolo: John Marston. Il protagonista di questo prequel, Arthur Morgan, è un fedele adepto di Van Der Linde e lo segue fin dalla giovane età. Dopo un colpo andato male nei pressi della città di Blackwater, però, la banda di fuorilegge sarà costretta a scappare per tutta l’America alla ricerca di un posto dove la polizia non può raggiungerli.

Purtroppo, le cose non vanno esattamente come previsto.

Evitando gli spoiler, RDR2 è un titolo massiccio, enorme nella mappa e nei contenuti, con tante attività da svolgere, primarie e secondarie. La storia di Arthur poi, viene svelata mano a mano che si procede nella quest principale e nelle side quests, conducendo ad un finale incredibile e senza dubbio epico.

Una delle cose più apprezzate, è stata la non-necessità di procedere con la main quest. Difatti, il gioco è altamente godibile anche con le missioni secondarie, con le attività di gioco sparse per la mappa ma anche, semplicemente, cavalcando per il vecchio west ed interagendo con i bizzarri personaggi che lo popolano. Ognuna di queste attività, poi, è accompagnata da una colonna sonora che prende apertamente spunto dal lavoro del Maestro Ennio Morricone. Questo, oltre ad aggiungere longevità e carattere ad un videogioco già grande, aggiunge quel non so che di magico che ha premiato tanto il titolo di Rockstar Games.

Tirando le somme, Red Dead Redemption II è un gioco adulto, maturo e potente, in grado di appassionare ai videogiochi anche coloro che non ne sono esperti, trascinandoli nel mondo western per un’avventura senza precedenti.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta