Marsala

Petrosino

Provincia

Regione

Dall'Italia e dal mondo

Natale con maxirissa: immagini choc da Ercolano (Guarda il Video)

Tiziana Sferruggia

Natale con maxirissa: immagini choc da Ercolano (Guarda il Video)

Condividi su:

sabato 26 Dicembre 2020 - 10:19
Natale con maxirissa: immagini choc da Ercolano (Guarda il Video)

E’ la Vigilia di Natale, in TV la Santa Messa celebrata da Papa Francesco ma ad Ercolano, un gruppo di ragazzini pensa a darsele di santa ragione. Il traffico in tilt, gli scooter con i clacson impazziti e c’è chi, con un telefonino riprende la scena e la posta sui social. Incuranti delle regole anti assembramento, questi giovani, si sono incontrati e hanno iniziato a picchiarsi forse senza un vero motivo, forse per sfogare la propria rabbia e frustrazione.

“E’ una vergogna, quattro idioti hanno rovinato la magia del Natale. Noi acquisiremo le immagini, li rintracceremo e li puniremo. Quello che è accaduto non può rimanere senza colpevoli. I protagonisti di quelle scene di inaudita brutalità e violenza non sono bravi ragazzi, ma criminali che non possono farla franca”. Così il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, ha commentato quanto è accaduto la Vigilia del Santo Natale in pieno centro. “Quelle scene sono l’immagine più lontana da quelle che vorremmo rappresentasse Ercolano – prosegue il primo cittadino – In una città che si lascia alle spalle un passato di malavita organizzata, non possiamo consentire a dei criminali di rovinare l’immagine della nostra Ercolano. Confido nell’operato delle forze dell’ordine per individuare i protagonisti di questo gravissimo atto di violenza. Da genitore non vi nascondo il grandissimo dispiacere che ho provato. Proprio da genitore invito tutti noi ad una profonda riflessione. I ragazzi sono il nostro futuro, noi dobbiamo essere di esempio e sostenerli, ma abbiamo anche l’obbligo di educarli al rispetto delle regole e ad una sana convivenza”. conclude Ciro Buonajuto.

VIDEO CORRIERE DELLA SERA

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta