Marsala

Petrosino

Provincia

Regione

Dall'Italia e dal mondo

Torna Neffa con un nuovo singolo

redazione

Torna Neffa con un nuovo singolo

Condividi su:

sabato 13 Febbraio 2021 - 18:57
Torna Neffa con un nuovo singolo

E’ uscito per la rediviva Numero Uno – storica etichetta che ha rivoluzionato il suono in Italia – Aggio perzo ‘o suonno, il nuovo singolo di Neffa che arriva dopo 6 anni di silenzio discografico, e siccome non vi si può nascondere nulla, è in napoletano. Prodotto da TY1, col feat. di Coez che rappa, ma l’anima vera e propria è quella del cantante Giovanni Pellino, classe 1967, nato in Campania, che si impossessa delle proprie radici e che, contemporaneamente, viene risucchiato da questo vortice creativo in cui, dopo tanto tempo, inizia a scrivere in napoletano e non si ferma più. Perché dopo il singolo uscirà parecchia altra musica. 

“Io non preparo neanche più i testi, metto su la base e canto, non ho cose scritte a matita da qualche parte, vado direttamente a vernice. Ho lavorato su più canzoni contemporaneamente, nel mio studio casalingo, le rinominavo G1G2 a seconda dello stadio giornaliero a cui erano arrivate. Già al secondo giorno erano belle avanti come preproduzione. Ne ho scritte 30 per metterne poi giù 12 e in quel momento, se le cose non venivano da sole, non mi mettevo troppo a pensare”, così Pellino alla redazione di Rockit.

Quest’anno tra l’altro sono 25 anni da Aspettando il sole, il singolo rap di maggior successo di Neffa feat. Giuliano Palma, un pezzo che ha toccato i cuori della MTV Generation, che parlava di amore in modo decisamente inusuale per il tempo: “Proprio in quel tempo lì capitò uno strano allineamento di astri che fece piacere quel pezzo, non commercialissimo, anche ai quattro snob che facevano la festa in piscina. Era trans hip-hop, era un po’ una moda, aveva airplay da canzone pop”.

Non dev’essere per niente facile stare sotto i riflettori quando non hai voglia o energia, perché la musica è anche un lavoro, ma non solo: “Per essere sempre, tra mille virgolette, famosi, devi avere delle doti che forse a me un po’ mancano, mi piace stare un po’ scazzato, che mi fa sembrare un po’ quello che se la tira, e invece sto meglio quando siamo tutti alla pari. A me piace inventare la musica e quando scrivo una canzone che sembra scritta da uno più bravo di me, mi sento una persona migliore. Mi interessa continuare finché avrò delle verità profonde da cercare, più che da dare, e questo disco nuovo m’ha dato emozioni che non pensavo di non poter provare più. Forse bisognerebbe essere più equilibrati, ma io non riesco, da sempre prendo le onde“.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta